l’accoglienza e il pane

Ciao,

possiamo offrirti un po’ di pane?  🙂
La nostra  ricetta è semplice e ci è servita come prima esperienza per stabilire la coesione di ventiquattro mani e imprimere il nostro primo segno.

Siamo “amici di pane”, unisciti a noi.

Pagnotta con lievito di birra

IMG_2763

tempi di preparazione e impasto: 20minuti
tempo di riposo per la lievitazione: 5 ore
tempo di cottura: 1 ora

ingredienti:
1.200 gr di farina tipo “0”
1 litro d’acqua
7 gr di lievito di birra freso
3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
25 gr di sale fino

procedimento:

  1. in un grande contenitore versare l’acqua fredda e sciogliere il lievito di birra
  2. aggiungere la farina e iniziare ad impastare, quando gli ingredienti sono amalgamati, rovescia sul tavolo e con l’aggiunta di poca farina proseguire la lavorarazione dell’impasto, risultarà morbido e difficile da gestire
  3. quando la massa sarà omogenea e non si attacca più alle mani, agiungere l’olio e il sale, impastare per qualche minuto;
    l’impasto si presenterà così
    IMG_2645   IMG_2708
  4. con le mani stebdere l’impasto in un rettangolo, piegarlo in tre e metterlo dentro un grande contenitore leggermente unto di olio, coprire con un telo pulito e umido
  5. lasciare a riposo per 5 ore in un ambiente riparato senza sbalzi di temperatura, trascorso il tempo, l’impasto avrà raddoppiato il suo volume
  6. scaldare il forno a 220°, sulla teglia rivestita da carta forno e spolverizzata di farina, rovesciare la massa e con delicatezza darle la forma desiderata, versare altra farina sulla superfice e lasciar riposare 30 minuti prima di infornare
  7. mettere in forno la teglia con il pane e dopo 10 minuti abbassare la temperatura a 180° e portare a cottura il pane
  8. quando si sforna,  il pane deve essere trasferito sopra una griglia e lasciarlo raffreddare prima di assaggiarlo

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

7 pensieri su “l’accoglienza e il pane

  1. Complimenti ragazzi per l’iniziativa. Anche a me piace il pane fatto in casa e la vostra ricetta è invitante. Una domanda però.. 7gr di lievito non sono pochi per tutta quella farina? Grazie.

    • Grazie a te Luigi che ci permetti di interagire e testare la nostra crescita 🙂
      Il lievito di birra (fresco) si usa sempre in piccolissime dosi, si aumenta a 10 grammi nel periodo invernale; quando si opta per la lunga lievitazione (superiore alle 4/8 ore fino a 72 ore) il risultato migliora: il tasso di acidità diminuisce, la crescita della massa dell’impasto aumenta gradatamente, i forellini (alveoli) nella mollica saranno aperti e il pane, una volta cotto, sarà molto più digeribile.
      Grazie per la tua visita 🙂
      La Brigata

  2. I momenti più intensi li ho vissuti nell’impastare biscotti con mio figlio. Quell’impastare e pasticciare insieme, con la farina che imbianca la cucina, le manine sporche che passava tra i capelli e sul faccino, lasciando buffi segni bianchi, e lui adorante e gioioso nel veder nascere qualcosa dalle proprie mani. Un atto d’amore pazzesco. Bellissimo, bravi.

    • Ciao vicina di blog 🙂 benvenuta tra gli mici! Che bella immagine e che bella sensazione, credo che il sapore di quei biscotti sia unico e inconfondibile. C’è sempre una sorta di magia quando si impasta, perchè ci sono cose che si possono fare insieme pur non avendo la stessa esperienza.
      Ci siamo presi una pausa, ma presto ritorneremo ad impasta per raccontare del nostro progetto.
      Grazie per la tua presenza, passa trovarci quando vuoi 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...